Il mestiere dell’insegnante e la sua importanza nella società

Il mestiere dell’insegnante oggi viene dato per scontato, tuttavia ha un ruolo fondamentale nella società, poiché semina il presente a favore del futuro.

Infatti il mestiere dell’insegnante sta anche nel costruire relazioni per mantenere equilibrio fra alunni, famiglie, comunità, contenuti, bisogni, motivazioni.

Lev Semënovič Vygotskij, psicologo e pedagogista russo scriveva che “lo studente è colui che costruisce la propria strada e l’insegnante è colui che lo accompagna durante il cammino”.

Lev Semënovič Vygotskij

È importante per noi docenti sviluppare competenze comunicative e relazionali, poiché danno una direzione agli alunni, sia in termini di contenuti che di capacità sociali.

Le competenze relazionali aiutano gli studenti a esprimere sé stessi, quelle comunicative a trasmettere contenuti e informazioni, oltre a creare senso di appartenenza, quindi di gruppo.

Infatti il mestiere dell’insegnante sta anche nel guidare gli alunni all’interno della scuola, una vera e propria esperienza sociale, accogliendo ogni singola individualità con il suo bagaglio di esperienze ed emozioni uniche.

È così che il docente costruisce un ambiente di apprendimento fertile, nel quale gli alunni sviluppano competenze poiché ognuno si mette in gioco attraverso limiti e potenzialità differenti.

Il docente accompagna gli studenti alla scoperta del mondo, aiutandoli a scoprire i loro talenti ed elaborare il proprio senso critico.

il mestiere dell’insegnante

Il mestiere dell’insegnante aiuta gli studenti a connettere il sapere con l’esperienza quotidiana, costruire strategie operative, scoprendo l’importanza dell’impegno e il suo giusto equilibrio con la ricompensa.

Oggi alcune volte, gli insegnanti vengono visti come figure quasi ostili, poiché secondo alcuni fanno troppe ferie, lavorano poco, pensano solo allo stipendio.

Posso affermare dalla mia esperienza ultra trentennale di insegnante, che raramente è così, poiché nella maggior parte dei casi i docenti cercano davvero di dare il meglio di sé, nonostante le difficoltà logistiche e strutturali odierne della scuola italiana.

Da insegnante di scuola primaria e dell’infanzia, so che la scuola è un raccoglitore di emozioni, talenti e anche disagi, vissuti dai bambini nei contesti familiari ed extrafamiliari.

Infatti il mestiere dell’insegnante sta anche nel riconoscere le emozioni dei bambini e aiutarli a capirle, poiché è la loro base emotiva per poi sostenere apprendimento e crescita.

La scuola si costruisce ogni giorno, docenti e studenti insieme, creando un ambiente sereno e quindi stimolante, basilare per generare motivazione e accogliere l’apprendimento.

Così curiosità, interesse ed entusiasmo accompagneranno i bambini anche nella loro vita da adulti.

Articoli Correlati

Incontro 1 Livello presso il Salone ATC
Attività

Incontro 1° Livello

Più di 200 tra Insegnanti e Dirigenti Scolastici della Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria.

Leggi »

Notice: ob_end_flush(): Failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/dvocenz/public_html/wp-includes/functions.php on line 5373

Notice: ob_end_flush(): Failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/dvocenz/public_html/wp-content/plugins/iubenda-cookie-law-solution/iubenda_cookie_solution.php on line 799